CONDIVIDI

Accettiamo facilmente la realtà, forse perché intuiamo che niente è reale
(Jorge Luis Borges)

Scopo di questa pagina non è quello di confutare o analizzare le idee complottiste. Né quello di fare un’approfondita analisi delle ragioni per cui siano così diffuse in Italia. Ma semplicemente quello di scattare una fotografia della realtà parallela che questo tipo di idee hanno creato. Karl Popper nel saggio “La società aperta e i suoi nemici” paragona l’idea che il futuro sia prevedibile studiando il passato, cioè che la storia proceda in una direzione, alla teorie cospirative, dove “qualunque cosa avvenga nella società […] è il risultato di diretti interventi di alcuni individui e gruppi potenti”. Questi due pensieri hanno in comune l’idea che ci sia un disegno da seguire, privo di imprevisti, che non procede a caso. Anzi: quando gli imprevisti si presentano, è solo perché erano compresi nel Piano.

Così il susseguirsi degli eventi che costituiscono quella che definiamo realtà – da una guerra alla diffusione di un virus, dalla morte di un famoso cantante a un incidente sull’autostrada – sono parte di un preciso piano che avanza inesorabile.

A Popper questo modo di pensare ricorda la Grecia di Omero, in cui tutto ciò che accadeva sulla terra, tra noi comuni mortali, era solo un riflesso delle cospirazioni che avvenivano nell’Olimpo. Ed ecco che se il mio medico mi prescrive un farmaco è solo perché al centesimo piano di un misterioso grattacielo dall’altra parte del mondo è stato deciso così.

Le ragioni del pensiero complottista, soprattutto in Italia, meriterebbero un’analisi sociologica e psicologica più approfondita, che eviteremo di fare, così come non ci concentreremo sulla confutazione delle teorie cospirative (il cosiddetto debunking), dato che esistono già moltissime pagine che si occupano solo questo. Infatti, così come esiste un’ampia letteratura complottista dominata da cliché, forzature e inesattezze, in Italia esiste anche un’ampia letteratura anti-complottista, necessaria, a volte accurata e sobria, a volte inaccurata e isterica, anch’essa non priva di certi cliché.

Ci limiteremo giusto a citare brevemente alcuni fattori secondo noi determinanti nella diffusione del pensiero complottista: la recente storia italiana fatta di misteri e segreti di stato, con servizi segreti deviati, morti sospette e la presenza sotterranea della criminalità organizzata; la diffusa e dilagante corruzione a più livelli della società, dai piani alti del potere a quelli del sottoscala di casa; una generale diffidenza verso la scienza e il pensiero razionale e una perdita progressiva di autorevolezza della comunità scientifica agli occhi di buona parte dei cittadini; la diffusione e la percezione dei social network come fonti d’informazione.

Questi sono alcuni degli elementi che hanno contribuito ad alimentare un immaginario collettivo cospirativo che ha iper stimolato la nostra immaginazione, portandoci a pensare che se in Italia qualcosa è possibile, anche le cose più strambe, allora forse tutto è possibile. Perché se capita che spesso dietro qualcosa ci sia qualcos’altro, allora posso pensare che forse dietro tutte le cose ci sia qualcos’altro: forse la mafia ha messo del veleno nel mio caffè, forse il pediatra vuole uccidere il mio bambino, forse dietro il mio licenziamento c’è la lobby dei meteorologi, o quella dei banchieri, o quella dei meteorologi banchieri. La cospirazione entra così nel salotto di casa.

Accettando una parte di realtà possibile, accettiamo il pacchetto completo: se è vero che il latte potrebbe farmi male, così come ho letto nella pagina Facebook di un amico che riporta la segnalazione di un blog che cita un articolo che parla di uno studio di 70 anni fa, allora potrebbe essere vero che è in atto una mega cospirazione su scala mondiale per sterminare la popolazione utilizzando le mucche. Perché no? Queste cose succedono.

Il risultato è un Italia fantasy, governata da leggi misteriose, dove i complotti e le cospirazioni mescolano tra loro fatti reali, fatti impossibili e fatti probabili ma non verificati, ma assolutamente certi in questa nuova realtà dove tutto è possibile. Una realtà dove Bergoglio è l’anticristo, ci sono cure che funzionano ma vengono fermate dai potenti del pianeta che se le tengono per loro mentre uccidono il popolo con terapie inutili o irrorando i cieli con sostanze velenose, artisti o sportivi famosi vengono uccisi e i loro omicidi mascherati da malattie o suicidi, il presidente del Consiglio è stato scelto perché ha partecipato a un programma tv quando aveva 19 anni, le leggi sui diritti civili servono a sterminare la razza umana e così via.

Questa è l’altra Italia in cui viviamo, quella parallela, quella dove ogni complotto è vero. Dove non crediamo più a niente e quindi crediamo a tutto.


Elenco dei complotti attualmente in corso in Italia aggiornato al febbraio 2015

Bergoglio è l’anticristo massone eletto per portare gli uomini alla fine del mondo

bergoglioMario Jose Bergoglio, ovvero Papa Francesco, è l’Anticristo. Le dimostrazioni che si trovano in rete sono tante, ma come sempre a molti la cosa appare talmente evidente da non dover essere spiegata. Comunque, per nostra fortuna, qualcuno ci prova. Ad esempio: Bergoglio è un gesuita, e i gesuiti sono da sempre dietro a molti complotti, ed è considerato il vero “papa nero” previsto da Nostradamus, colui che porterà gli uomini alla fine del mondo. Non a caso sommando i numeri del codice ASCII equivalenti a ogni lettera del suo cognome, viene fuori 666, numero della Bestia. Inoltre il papa è considerato blasfemo, apostata (cioè che ha abbandonato la propria religione), massone e secondo alcuni perfino indemoniato. Tutto questo viene coperto, inutile dirlo, dal Vaticano, dalla massoneria e dai governi di tutto il mondo.

Greta Ramelli e Vanessa Marzullo sono due militanti siriane pronte a colpire

gretaQuello che è successo dopo il ritorno delle due volontarie italiane rapite in Siria, Greta Ramelli e Vanessa Marzullo (conosciute dai giornali italiani semplicemente come “Greta e Vanessa”) probabilmente in futuro sarà materia di studio nelle facoltà di sociologia e psicologia. E’ stato ipotizzato praticamente tutto, dai più classici tormentoni post-rapimento come l’evergreen “è sospetto che siano tornate così paffute e sorridenti” fino a vergognose insinuazioni  – “hanno fatto sesso consenziente con i terroristi” diffuse anche da un vicepresidente del Senato italiano (“Maurizio”). Ma non è tutto, c’è anche un complotto. Che si può riassumere più o meno così: le due giovani cooperanti sono andate in Siria per unirsi alla rivoluzione, o quantomeno sostenere i militanti, dunque non sono state realmente rapite, hanno solo scucito soldi allo stato italiano (12 milioni, ovvero “12mila kalashnikov nuovi” secondo il quotidiano Libero) con un finto rapimento per finanziare la jihad e ora sono due cellule dormienti in attesa di essere attivate, pronte a colpire con attentati sul suolo italiano.

Emma Bonino si è fatta venire il cancro per fare propaganda alla chemioterapia

emma_bonino_web_chatUna delle più grandi preoccupazioni dell’uomo moderno è la salute. Per alcuni l’Oms (Organizzazione mondiale della sanità) è il male assoluto, “una parte di quella forza che desidera eternamente il male e opera eternamente il bene”, come Mefistofele. Se sommate la diffidenza nella medicina, un generale atteggiamento antiscientifico sempre più in aumento in Italia, e una certa propensione alla paranoia, ecco che abbiamo il complotto secondo il quale Emma Bonino o non ha davvero il cancro – come purtroppo ha affermato – oppure ce l’ha ma lo sta usando per fare propaganda alla chemioterapia e ai metodi anti-cancro accettati dalla scienza, contrapposti a tutti quelli “alternativi”, che vanno dalla cura del bicarbonato a quelle con piante esotiche o acqua limone o dieta vegana e via dicendo. O, addirittura, si sarebbe fatta venire apposta il cancro per fare propaganda alla chemio. E così, dopo la notizia del cancro di cui è vittima la Bonino, si è immediatamente diffusa la voce che dietro in realtà ci sia “la Big Pharma dei banchieri” che nascondono le vere cure all’umanità, obbligando il popolo a curarsi con l’inutile e anzi dannosa chemioterapia.

E’ in corso, anche in Italia, uno sterminio tramite la sterilizzazione forzata

ded4Attraverso farmaci, terapie sanitarie, OGM, vaccini, nanomateriali nascosti negli alimenti, guerre batteriologiche e scie chimiche, esiste un piano per sterminare l’umanità. In Italia, e forse nel mondo la massima esponente di questa tesi è Monia Benini del Movimento 5 stelle e autrice del libro “Sterminio segreto”. Secondo la Benini è in corso un gigantesco complotto il cui obiettivo è di ridurre di 2/3 oppure di 3/4 la popolazione mondiale. Il piano è in atto almeno da 40 anni e sono coinvolti tutti i governi e le Nazioni Unite, che controllano la sanità, la finanza e l’informazione. La stessa Benini, presentando il libro, spiega che “può apparire allucinante, può sembrare assurdo, può suonare incredibile”. Questo complotto è il complotto dei complotti,  è un po’ come quella che nella fisica teorica viene definita “teoria del tutto”: unisce tutti gli altri complotti, bufale, leggende metropolitane, cospirazioni, in maniera trasversale, mischiando elementi di una realtà con elementi di altre realtà, dando vita a una vera e propria realtà parallela dove ogni fatto, ogni evento, anche quelli apparentemente insignificanti, vanno collegati allo sterminio globale.

Le leggi per le unioni gay sono promosse dalle élite occulte e dai governi per ridurre la popolazione mondiale

gyAltro complotto su scala mondiale, presente anche e soprattutto nel nostro paese, è quello per cui le richieste di diritti civili per gli omosessuali sono volute dalle lobby gay, dietro le quali si nascondono altre lobby (Illuminati, massoneria, élite occulte non meglio specificate) che hanno come obiettivo quello di ridurre la popolazione mondiale. In pratica la diffusione dell’omosessualità non sarebbe altro che uno dei tanti metodi per portare avanti lo sterminio dell’umanità. Più unioni gay, meno unioni tradizionali, meno coppie che si riproducono, meno bambini. In Italia è una tesi che attraversa un po’ tutta la galassia complottista e parte della destra cattolica, che usa questa argomentazione in difesa della cosiddetta famiglia tradizionale. Ad esempio qualche anno fa Carlo Giovanardi dichiarava: “Se i movimenti dell’orgoglio omosessuale fossero prevalenti o riuscissero a convincere il mondo che quella è la strada giusta allora il mondo finirebbe nell’arco di una generazione”.

Nei cieli italiani vengono irrorati veleni per provocare malattie e controllare il clima

scia-chimicaQuello delle scie chimiche è il complotto più diffuso e allo stesso tempo più analizzato, smentito, confutato, criticato. E’ anche quello dal fascino più antico. Da sempre gli uomini hanno guardato il cielo alla ricerca di qualcosa, e spesso quel qualcosa faceva paura. Ci piace pensare al primo uomo che ha visto un fulmine squarciare il cielo notturno: chissà cosa penserebbe oggi delle scie chimiche. Secondo i sostenitori di questa enorme cospirazione oggi in Italia, come in tutto il mondo, vengono irrorate sostanze dannose tramite gli aerei, che lasciano appunto delle scie “chimiche”. Queste scie sono responsabili dei cambiamenti climatici, delle malattie, della radioattività e di molte altre cose. Viene chiamata “geoingegneria clandestina”. La cospirazione è organizzata e coperta da governi, mondo della scienza, esercito, Vaticano, multinazionali del cibo e della farmaceutica, ma anche da comuni cittadini, meteorologi, professori, giornalisti, in sostanza chiunque la neghi o la metta in dubbio. E’ diventata molto popolare ed è arrivata perfino in Parlamento grazie a deputati di diversi partiti.

Le morti sospette di artisti famosi, potrebbero c’entrare la massoneria o le scie chimiche

danieleIl 4 gennaio 2014 muore di infarto il famoso musicista napoletano Pino Daniele. Da subito online si parla di morte sospetta. C’è chi sostiene che si tratta evidentemente dell”ennesimo omicidio massonico”, senza fornire maggiori dettagli, come se movente e mandanti fossero talmente ovvi da non essere necessario indicarli. Nel frattempo, su un altro piano della realtà, la procura di Napoli apre un’inchiesta contro ignoti per omicidio colposo: si indaga soprattutto sui soccorsi e sui dubbi legati alle ultime ore di vita dell’artista. Ma online si va molto oltre e vengono fuori le piste più imprevedibili: c’è chi parla di satanismo, chi nota la diffusione di “strani infarti” collegando la morte di Daniele a quella del cantante Mango (deceduto un mese prima) fino a intravedere addirittura un piano per destabilizzare l’Europa attraverso varie “morti sospette” di personaggi famosi, o la conferma di un generale peggioramento delle condizioni di salute di tutti a causa delle scie chimiche. Secondo il cardiologo di fiducia di Pino Daniele, il dottor Gaspardone, che lo seguiva da oltre 20 anni, la morte di Daniele non è sorprendente, dato che – a causa della gravissima malattie alle coronarie – la sua vita “era appesa a un filo”. In precedenza anche la morte di Fabrizio De Andrè era rientrata nel complotto degli artisti uccisi. Citiamo due elementi significativi: la data della morte, 11-1-1999, le tante – troppe – rose rosse sulla sua bara al funerale, simbolo della loggia massonica della Rosa Rossa, responsabile – secondo alcuni complottisti – dei più noti delitti italiani.

Il metodo Stamina funziona ma viene bloccato dai gruppi di potere della ricerca scientifica

staminaIl metodo Stamina è un trattamento a base di cellule staminali inventato da Davide Vannoni, un docente di scienze della comunicazione, che assicura di curare le malattie neurodegenerative. Pur privo di validazione scientifica, è diventato molto popolare grazie alla diffusione su tv, giornali e web. Il complotto anti Stamina sostiene che questo metodo funzioni ma che non venga accettato dalla comunità scientifica perché bloccato dai gruppi di potere della ricerca e delle università e da Big Pharma (la lobby dell’industria farmaceutica) che perderebbe così i propri preziosi clienti. La comunità scientifica continua a considerarlo inattendibile, ma nonostante questo nel 2013 il parlamento italiano ha preso sul serio questa cura e ha avviato una sperimentazione, successivamente fermata, anche se Vannoni ha annunciato che ricorrerà al Tar.

Il Nuovo Ordine Mondiale impianta microchip nel corpo delle persone, anche negli ospedali italiani

chipQuesta è una notizia ricorrente che da decenni alimenta panico, allarmismo e alcuni godibili romanzi di fantascienza. Negli ospedali italiani – non tutti, forse solo in alcuni – ai neonati vengono impianti dei microchip. E’ una pratica diffusa già da tempo in tutto il mondo dal cosiddetto Nuovo Ordine Mondiale e dagli Illuminati: microchip nel cervello, oppure microchip sottocutanei dotati di GPS che, oltre a controllarvi, potrebbe uccidervi all’istante se fosse necessario, oppure sedarvi. In questo modo sarebbe possibile controllare la popolazione. Secondo questa affascinante teoria “questa tecnica di controllo sarebbe estremamente utile per arrestare quella che definisce Il risveglio delle coscienze”che sta avvenendo nella popolazione mondiale e che potrebbe mandare a monte il progetto illuminato del New World Order”, come spiegato dalla pagina Facebook “No al microchip sottocutaneo”. Tra gli esponenti politici noti sostenitori di questa teoria c’è Paolo Bernini del Movimento 5 stelle.

Se Matteo Renzi ha vinto a 19 anni alla Ruota della fortuna e poi è diventato presidente del Consiglio non è un caso

renziCom’è possibile che nel 1994 un 19enne partecipi al popolare programma tv  “La ruota della fortuna” (presentato da Mike Bongiorno, la cui salma quasi 20 anni dopo sarà trafugata) e riesca a vincere 48 milioni di lire diventando campione per diverse settimane? Proprio nella tv di quello che in teoria diventerà un suo grande avversario politico? L’ex 19enne è l’attuale presidente del Consiglio Matteo Renzi, il proprietario della tv è l’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Secondo diverse pagine complottiste non può essere una coincidenza e dietro c’è un piano preciso e la loggia massonica P2. Tra i sostenitori della tesi c’è il senatore del Movimento 5 stelle Bartolomeo Pepe.

Marco Pantani è stato ucciso e il suo omicidio è stato insabbiato perché sapeva troppo

pantaniIl ciclista Marco Pantani è morto il 14 febbraio 2004 nel residence Le Rose di Rimini, dopo un periodo di crisi professionale e personale dovuto anche alla squalifica per doping. Per circa 10 anni la versione ufficiale è che si sia trattato di un suicidio-overdose dovuto a un abuso di cocaina. Nel 2014 però la famiglia dell’ex campione ha fatto riaprire il caso. A quel punto ha iniziato a diffondersi l’idea che Pantani sia stato ucciso, tesi che la madre ha sostenuto fin da subito. Ma perché Pantani sarebbe stato ucciso? Le ipotesi sono molte. Secondo alcuni dietro la morte del ciclista ci sarebbero le case farmaceutiche, la lobby del doping, gli sponsor, alcuni misteriosi ordini massonici, la malavita legata alle scommesse  clandestine, e gli americani. Infatti Pantani, con le sue vittorie, avrebbe rischiato di mettere in ombra il campione americano – poi rivelatosi dopato – Lance Armstrong, e per questo sarebbe stato inscenato il suo suicidio. La famiglia Pantani sostiene di sapere con precisione chi ha ucciso il ciclista e perché, ma non ha mai fatto i nomi. Il medico legale chiamato a lavorare dopo la riapertura del caso ha parlato di un cocktail di farmaci e droga che avrebbe portato a un’insufficienza cardiaca: non ci sarebbero elementi che porterebbero a ipotizzare un’assunzione forzata di queste sostanze.

Il latte causa i tumori ma la scienza ufficiale lo nega perché pagata dalle industrie

cow1Il consumo di latte provocherebbe il cancro. La fonte è l’ormai noto China Study, uno studio di 40 anni fa che individuava nella caseina un fattore determinante nell’insorgere dei tumori, oggi ritenuto non attendibile dalla comunità scientifica. A partire dal 2005 lo studio ha avuto grande successo e diffusione, diventando una sorta di bibbia per molte persone ossessionate dall’alimentazione corretta, molte delle quali hanno iniziato a sostenere non solo che il latte provochi il cancro, ma che sia possibile curare il cancro con una dieta vegana. Nella campagna promozionale legata al libro si legge che “questo studio è potenzialmente in grado di salvare milioni di vite umane”. Ma se fosse vero, perché la scienza ufficiale non lo considera attendibile? Perché i governi non obbligano i produttori di latte ad applicare la scritta “Il latte causa il cancro” come per le sigarette? Dietro questo clamoroso boicottaggio ci sarebbero le case farmaceutiche, i produttori di latte e l’industria della carne.

In Italia esiste una rete di clown che rapiscono i bambini per poi vendere gli organi

clown

Alla fine del 2014 in Italia si è diffusa la paura dei clown. Tutto sembra essere iniziato in Emilia, quando è venuta fuori la notizia di un’aggressione subita da un gruppo di ragazzi fuori da una scuola da parte di alcune persone vestite da clown. Nel frattempo altrove scompaiono dei bambini. Si inizia a parlare di slavi, forse rumeni, forse polacchi, travestiti da clown, su furgoni quasi sempre bianchi e spesso senza targa. E’ sufficiente perché il panico dilaghi: dall’Emilia alla Campania, ma anche nel nord Italia, iniziano ad arrivare avvistamenti e le prime spiegazioni su internet. Ovvero: sono bande di rapitori di bambini che, attirandoli vestiti da clown, li rapiscono per poi vendere gli organi. Lo sanno tutti, si sa da sempre, commenta qualcuno, ma nessuno ha il coraggio di dirlo.

Ci sono complotti che i potenti fanno tra loro

renziNon sempre i complotti sono a danno dei subordinati, del popolo impotente che li scopre e li denuncia mentre i potenti fanno di tutto per nasconderli. Anzi: l’utilizzo strumentale dei complotti da parte del potere ha radici antiche. E spesso sono proprio i potenti che complottano tra loro, esattamente come avveniva nell’Olimpo. In Italia negli ultimi anni il complottismo ai piani alti del Potere ha assunto spesso toni vittimistici: esemplare il caso di Silvio Berlusconi, contro il quale hanno cospirato per anni varie entità, dalla magistratura ai comunisti, fino al G20 al completo, guidato dalla Germania, dove – si sostiene – nel 2011 si decise di spodestare il suo governo. Berlusconi nel 2009 dichiarò di essere “il maggior perseguitato di tutta la storia di tutte le epoche del mondo”. Recentemente anche il premier Matteo Renzi ha iniziato ad assumere toni da perseguitato in balia di complotti, parlando di “un disegno per dividere l’Italia” riferendosi all’azione dei sindacati contro il suo governo.

La Costa Concordia è una messinscena di un complotto

costa--concordiaDietro l’incidente della Costa Concordia del 13 gennaio 2012 ci sarebbe molto di più di quello che abbiamo visto. E dietro quello, c’è altro ancora. Da subito l’incidente è stato interpretato in chiave simbolica, numerologica e massonica: il nome “Concordia” e l’isola del Giglio, simbolo che si ricollega alla massoneria, non potevano che ispirare una complessa interpretazione cospirazionista che mette insieme il gruppo Bilderberg, il Titanic, vari numeri (compreso il 999 rovesciato, quindi 666) la situazione economica mondiale e altri elementi che tutto sono fuorché coincidenze. In questo senso l’affondamento della Concordia sarebbe un potente messaggio simbolico da parte delle solite élite occulte – massoneria e banche – contro l’Europa: “affonderete” o “vi stiamo affondando”. Fin qui è abbastanza facile. Ma attenzione, perché questo è il finto complotto. C’è infatti un livello ulteriore per “complottisti più che abili” secondo cui questo incidente aveva lo scopo di mascherare “verità più profonde e inquietanti”. Cioè l’obiettivo era illuderci di poter decifrare il linguaggio simbolico usato dall’élite occulta (in questo caso l’affondamento di una nave), quando in realtà non è così. Ecco quindi che quello della Costa Concordia diventerebbe una messinscena di un complotto per  coprire altri complotti. Viene facile chiedersi: ma se abbiamo capito anche che si tratta di un finto complotto, è ancora un complotto? Ha funzionato? Sta funzionando?

Il vero motivo per cui Sergio Mattarella è stato eletto presidente della Repubblica

mattarella_sergio_r439_thumb400x275In realtà non ce n’è uno solo, sono tanti. Oltre ai calcoli politici, c’è tutta una parte di realtà non svelata ufficialmente, oscura, segreta, ma disponibile a tutti sui social network. Proviamo a elencare alcuni degli elementi ricorrenti. Intanto il numero di voti che hanno portato all’elezione di Mattarella: 665, troppo vicino al simbolico 666 per essere una semplice coincidenza. Poi l’applauso in anticipo: durante l’ultimo spoglio alcuni grandi elettori hanno applaudito prima che si raggiungesse il quorum, come se sapessero già l’esito. Ma soprattutto gli indizi massonici – troppi per essere elencati – che dimostrerebbero come Mattarella sia stato scelto da Mario Draghi e approvato da Renzi per entrare nel salotto buono delle massonerie atlantiche (tesi di Paolo Bernini, ad esempio, sempre lui, sempre del Movimento 5 stelle). Infine, la sospetta visita alla Fosse Ardeatine, letta come un omaggio al potere sionista, e non a caso altri fanno notare che Matti in ebraico significa dono di Dio.

I vaccini provocano l’autismo e altre mille cose

vacciniSono la vera pandemia del nuovo millennio. Altro che Aids ed Ebola: il vero pericolo sono i vaccini. L’ostilità verso i vaccini risale addirittura al primo scoperto a fine Settecento, quello contro il vaiolo di Edward Jenner che trovò subito forti resistenze.  Ma è negli anni ’80 del 900 che il movimento antivaccini esplode fino ad arrivare ad oggi. La correlazione tra vaccini e autismo, mai dimostrata scientificamente ma particolarmente di moda nel nuovo millennio, si deve invece al medico americano Andrew Wakefield che nel 1998 scrisse in un suo lavoro (rivelatosi poi una frode messa in piedi su richiesta di un avvocato che cercava pezze giustificative per una causa di risarcimento) di aver trovato anticorpi del virus del morbillo nell’intestino di alcuni bambini autistici. Wakefield venne radiato dall’ordine dei medici, ma da allora la leggenda non hai mai smesso di girare e riprodursi, come un virus, provocando danni enormi che ancora oggi hanno effetti devastanti. Inutile spiegare che tutti i dati scientifici dimostrano che grazie ai vaccini l’incidenza di molte malattie si è azzerata o che, nel caso del morbillo ad esempio, venendo a contatto con l’infezione la percentuale di rischio di contrarre la malattia da parte di chi non è vaccinato è del 90%. Niente da fare, per molti genitori i pericoli derivanti dalla somministrazione dei vaccini sono superiori al rischio di poter contrarre la malattia. Quella, al limite, si può curare con metodi naturali. Naturalmente non manca la dichiarazione – censurata dai media mainstream – del “maggior esperto di vaccini del mondo” che rivela che le multinazionali farmaceutiche hanno inoculato a mezzo mondo il virus del cancro e altre orribili malattie per mezzo dei vaccini. E l’autismo? Studi recenti dimostrano come l’origine dell’autismo risieda in alterazioni genetiche congenite. Ma non importa. La comunità scientifica fa parte del Piano.

 

(pagina in aggiornamento)