Se la dimostratrice è Tuppersex – Foto

Organizzare a casa propria una riunione tra amiche per l’acquisto di prodotti, dove però ad essere in vendita non sono i tradizionali articoli casalinghi e nemmeno alcuni noti robot da cucina, ma piuttosto una serie di sex toys, oggetti destinati alla salute sessuale e cosmetici dedicati. È ciò che propone “La Valigia Rossa”, azienda nata in Spagna nel 2004 che oggi conta consulenti tupper-sex anche in quasi tutte le città d’Italia. Il progetto su cui si fonda è “concepito dalle donne per le donne” e ha come obiettivo la promozione della salute sessuale come fonte di benessere.

“È un’azienda che parte dal basso, da un’esigenza di tutte le donne – spiegano le dimostratrici modenesi – e adotta la modalità delle riunioni a domicilio perché, oltre alla vendita dei prodotti, mira a trasmettere l’importanza della salute sessuale, in modo istruttivo e ludico allo stesso tempo, creando dialogo e confronto tra donne”.

La Valigia Rossa si basa sul passaparola, che a quanto pare è più frequente di quanto si potrebbe pensare visto che ogni rappresentante svolge una media di due o tre riunioni a settimana e che anche professionisti del settore (medici, ginecologi, ostetriche, ecc.) spesso mostrano interesse per questi prodotti, talvolta fino a decidere di diventare a propria volta consulenti.
Così, tra una risata e l’altra, il sesso diventa in modo disinvolto un argomento di discussione, e lubrificanti, vibratori, palline da geisha e dildo vaginali o anali, ma anche preservativi per uomo e donna, mutandine sexy e tinture per body painting al sapore di vaniglia appaiono oggetti da studiare, toccare, assaggiare e scegliere per i giochi sessuali di coppia o individuali.

Foto di Mattia Santini.

Guarda l’intero reportage: “Dirty games