Sono solo Farzan. E ho 33 anni.

Dalla pagina Facebook di Farzan, storia fotografica di una doppia vita vissuta tra Iran e Italia, tra il desiderio di poter vivere la realtà del suo essere omosessuale e la necessità di fingersi qualcos’altro. Pagina a cura di Eva Ferri e Davide Mantovani.

Poem written two weeks ago (by Farzan)


Sad from deep inside
like when a friend dies
like those sad lonely times
thinking about sex with dream
feeling ashamed of quick masturbation
sad from deep inside
My sleep pills bottle is under the bed
don’t tie my hands and legs
quitting drug is really hard
sad from deep inside
death become a part of my dream
i better start my poem
my cigarettes are finished again
sad from deep inside
my joys were for many years ago
open eyes stand up sleeping
like the horse in the stables
sad from deep inside
everything smells like barracks
I’m thirsty like an elephant’s without nose
I’ll accurate my eyes at mirage
my ivory breaks
sad from deep inside
my freedom right become abstract
my personal pain become fun for others
Sad from deep inside

Triste nel profondo
come quando muore un amico
come quei momenti tristi e soli
pensando al sesso come un sogno
sentendo la vergogna di rapide masturbazioni
triste nel profondo
Le mie pillole per dormire sono sotto il letto
non legare le mie mani e le mie gambe
smettere un farmaco è davvero difficile
triste nel profondo
la morte diventa parte del mio sogno
è meglio che inizi a scrivere
le mie sigarette sono finite di nuovo
triste nel profondo
le mie gioie sono state per molti anni
aprire gli occhi, alzarmi, dormire
come il cavallo nella stalla
triste nel profondo
tutto odora di caserma
ho sete come un elefante senza proboscide
metterò a fuoco il miraggio
le mie fratture d’avorio
triste nel profondo
il mio diritto di libertà diventa astratto
il mio personale dolore diventa il divertimento di altri
Triste nel profondo

Guarda l’intero reportage: I CADAVERI DEI GAY ANDREBBERO BRUCIATI PERCHÉ GLI ORGANI DONATI FANNO DIVENTARE OMOSESSUALI CHI LI RICEVE