CONDIVIDI

La leggenda racconta che Paul Campani, parlando con il Cavalier Alfonso Bialetti che voleva realizzare alcuni spot per il Carosello, prese la matita in mano e ne fece una caricatura trasformandolo in quell’Omino coi baffi che troneggia, ancora oggi, sulle caffettiere.

Paolo Campani, in arte Paul.
Paolo Campani, in arte Paul. Cortesia Fondo Eredi Campani.

Erano gli anni Cinquanta e la Paul Film di Modena era la casa di produzione più importante d’Europa. Paul che fin da giovanissimo disegnava fumetti sognava di fare il cartone animato italiano. Fu lui a produrre alcuni dei primi lungometraggi animati e fu sempre lui a inserire musiche originali di autori famosi dentro la pubblicità. Dagli studi della Paul film passarono tutti: dal jazzista Luis Armstrong allo scrittore Giovannino Guareschi.

Louis Armstrong gira uno spot alla Paul Film. Cortesia  Fondo Eredi Campani.
Louis Armstrong gira uno spot alla Paul Film. Cortesia Fondo Eredi Campani.

Campani trascorreva le sue giornate in piedi al tavolo da lavoro a disegnare, ma mentre lui creava nuovi fantastici mondi la società fuori dalla sua porta cambiava velocemente: i suoi collaboratori spiccavano il volo, la pubblicità esplodeva e nascevano le agenzie, che avrebbero modificato per sempre il rapporto con i clienti. Per Paul, tanto geniale quanto complicato, fu impossibile tenere insieme tutti i pezzi. Nel 1977 era da solo a guardare le ruspe distruggere mattone dopo mattone il suo sogno.

(Anna Ferri)

La storia di Paul Campani e degli anni del Carosello in esclusiva su Converso lunedì 8 settembre.

Si gira uno spot alla Paul Film.
Si gira uno spot alla Paul Film. Cortesia Fondo Eredi Campani.
  • Alberto

    Ancora non so se sarete bravi a raccontarla … ma intanto grazie per aver pensato di farlo!
    😉

    • redazione

      Ci proveremo. Grazie Alberto. :-)